Cosa può insegnarci l'IA sul posto di lavoro sul futuro del lavoro

Doodle Logo

Doodle Content Team

Aggiornato: 21 giu 2023

Artificial intelligence inspired sign

La tecnologia spesso ci permette di intravedere il futuro prima che arrivi. Pensiamo al modo in cui i social media hanno cambiato completamente il modo in cui ci connettiamo sia dentro che fuori casa; al modo in cui i servizi di streaming hanno (cambiato?) il modo in cui guardiamo la televisione, scopriamo nuova musica e altro ancora. I cambiamenti dei paradigmi culturali sono spesso determinati da tecnologie rivoluzionarie, e il recente afflusso di tecnologie per l'ambiente di lavoro basate sull'intelligenza artificiale suggerisce che nel prossimo futuro assisteremo a cambiamenti massicci nel modo in cui conduciamo gli affari.

Cosa possono dirci gli esempi di tecnologia AI sul modo in cui il lavoro cambierà in un futuro non troppo lontano? Esaminiamo alcune delle soluzioni tecnologiche di IA che si stanno diffondendo negli uffici di tutto il mondo e cosa possono dirci sul futuro del lavoro.

Esempi di IA e futuro del lavoro

Priorità alle e-mail di Microsoft e Google

Il prodotto

Di recente avrete notato che nella vostra casella di posta elettronica sono comparsi dei "nudge", ovvero degli inviti a seguire le e-mail che avete letto ma a cui non avete risposto. Questi "nudges" fanno parte di progetti di intelligenza artificiale in corso presso Microsoft e Google per trasformare il modo in cui leggiamo e rispondiamo alle e-mail. Con il 24% del tempo che i dipendenti dedicano alle e-mail (McKinsey), questa è un'area che è matura per essere rivoluzionata. [Microsoft ha scritto un fantastico articolo (https://www.microsoft.com/en-us/research/blog/email-overload-using-machine-learning-to-manage-messages-commitments/) che illustra le attività di ricerca e sviluppo in corso e gli ostacoli che questo tipo di tecnologia deve affrontare. Anche se gli ostacoli sono molti, dobbiamo aspettarci di vedere le caselle di posta elettronica diventare molto più sofisticate nel prossimo futuro.

**Cosa ci dice questo

Questo è in linea con lo slogan più positivo del campo pro-AI: AI significa meno lavoro e più produttività. In effetti, dovremmo aspettarci ritorni significativi da questa promessa in un arco di tempo relativamente breve. Le attività noiose e che richiedono tempo saranno sempre più ottimizzate e automatizzate, liberandoci così la possibilità di dedicare più tempo alle priorità creative e di ampio respiro.

Humanyze

**Il prodotto

****Humanyzesi occupa di "people analytics", ovvero di fornire utili approfondimenti sulle operazioni. Humanyze consente alle aziende di sapere esattamente come le modifiche ai processi influiscono sui risultati aziendali. Humanyze utilizza l'analisi delle reti organizzate per elaborare dati anonimizzati provenienti da chiamate, riunioni ed e-mail per capire quanto siano connessi ed efficienti i team e se le modifiche a specifici processi riducano o aumentino l'efficienza.

Cosa ci dice questo

Strettamente legata alla promessa di una maggiore produttività, l'IA dovrebbe farci progredire anche nel campo dell'ottimizzazione dei processi. L'ottimizzazione dei processi non è certo un fenomeno nuovo, ma sta diventando sempre più accurata e scientifica. Si sta ponendo maggiore enfasi sulla misurazione dell'efficacia dell'ottimizzazione dei processi e si stanno apportando modifiche basate sulla scienza comportamentale piuttosto che sulle intuizioni. Le modifiche inefficaci ai flussi di lavoro diventeranno sempre più obsolete man mano che ci allontaneremo dall'istinto e passeremo a un'ottimizzazione dei processi scientificamente fondata e basata sui risultati.

Cogito

**Il prodotto

Cogito utilizza la psicologia cognitiva e l'intelligenza artificiale per eliminare il dolore dalle conversazioni del servizio clienti. Raccogliendo migliaia di punti di dati che abbracciano spunti verbali e non verbali, Cogito utilizza questi dati per offrire utili suggerimenti alle rappresentanze del servizio clienti: ad esempio, quando stanno parlando troppo sopra il cliente, quando stanno monologando e l'interesse sta scemando, o il momento esatto in cui un commento rassicurante cambierà la dinamica della conversazione. In breve: rendono il lavoro emotivo del servizio clienti un po' meno faticoso. Già utilizzata da alcune delle maggiori assicurazioni sanitarie e società di carte di credito degli Stati Uniti, si sta espandendo anche nel settore sanitario, con un'applicazione che consente ai fornitori di servizi sanitari di sapere quando i veterani mostrano segni di PTSD.

Cosa ci dice questo

La forte attenzione all'esperienza utente è destinata a rimanere. Il passaggio a considerare le interazioni con i clienti come "esperienze" e ad adattare gli approcci alle esigenze individuali è stato notevole in tutti i settori. Come per l'ottimizzazione dei processi, questa tendenza sta per diventare molto più empirica e basata sui dati. Le vendite, il marketing e i servizi ai clienti non sono più negozi unici; ogni fase del percorso del cliente sta diventando sempre più personalizzata e questo fenomeno è destinato ad aumentare nei prossimi anni.

Emma, di Bunch.ai

**Il prodotto

L'ultima offerta di Bunch.ai è Emma, un prodotto di intelligenza artificiale in grado di fornire informazioni sui futuri clienti e dipendenti, semplicemente analizzando la loro pagina LinkedIn. L'applicazione analizza i profili LinkedIn e utilizza le mansioni, le qualifiche e il linguaggio usato per costruire i profili della personalità. Con ogni scansione del profilo, è possibile conoscere la personalità di una persona, il ruolo che svolge nei team e gli incentivi sul posto di lavoro a cui risponde meglio.

Cosa ci dice questo

L'attenzione per l'esperienza utente non si applicherà solo ai clienti, ma anche ai team. Così come ci aspettiamo esperienze personalizzate quando facciamo acquisti e interagiamo con i marchi, anche la cultura del lavoro diventerà molto più adatta alle nostre motivazioni e interessi individuali. Negli ultimi anni si è parlato molto di assunzione di persone, non di curriculum - questo approccio determinerà non solo come assumere le persone giuste, ma anche come trattenerle.

Articolo correlato

Google Doodle

Trending

Che cos'è il Doodle di Google?

Leggi l'articolo
freelancer-blog-feature-image

Trending

Perché la gestione del tempo è un must per i freelance

Scritto da Bobby Rae

Leggi l'articolo
DoodlevHomebase

Scheduling

Che cos'è l'Homebase Scheduling?

Scritto da Franchesca Tan

Leggi l'articolo

Risolvi il problema della programmazione con Doodle