La storia di Doodle

Tempo di lettura: 5 minuti

Doodle Logo

Doodle Content Team

Aggiornato: 6 set 2023

Logo

È difficile da credere, ma il 2022 segna i 15 anni di Doodle. In questo periodo, abbiamo aiutato milioni di persone a trovare il momento perfetto per connettersi. Con il nuovo Doodle, speriamo di aiutare altri milioni di voi a trovare il vostro momento perfetto.

Ma da dove è iniziato tutto? Come siamo arrivati fin qui? E dove stiamo andando? Scopriamolo.

L'inizio

Doodle è stato fondato nel 2007 da Michael Näf e Paul E. Sevinç, studenti del Politecnico di Zurigo. Volevano trovare un modo per incontrarsi con le persone che non richiedesse giri e giri di e-mail.

Il primo Doodle fu un successo, soprattutto nelle università, e fu rapidamente trasformato in un'azienda da Michael e Paul. Nel marzo dell'anno successivo, Doodle è stata costituita in Svizzera come Doodle AG e il primo round di finanziamenti è stato assicurato.

Nel giugno 2009, Doodle ha lanciato il suo primo servizio premium. In quell'anno è stata offerta per la prima volta l'integrazione del calendario. È stato grazie a questo che nel 2010 è stata lanciata la visualizzazione del calendario in-app.

Poco più di tre anni dopo la sua fondazione, Doodle era una start-up fiorente con oltre 10 dipendenti. Serviva oltre sei milioni di utenti e aveva già iniziato a raggiungere il pareggio di bilancio: un risultato incredibile per una società così nuova. È qui che le cose hanno iniziato a decollare.

Quando Doodle ha incontrato TX

Nel 2011, Doodle è entrata in una nuova era. L'azienda aveva ormai più di 10 milioni di utenti e stava cercando di espandersi ulteriormente. Oltre a una riprogettazione completa della versione desktop e mobile del prodotto, viene lanciato MeetMe, un profilo di programmazione personale.

In questo periodo TX Group (allora chiamato Tamedia) acquisì una partecipazione di minoranza nella società.

L'anno successivo, Doodle ha potenziato la sua strategia pubblicitaria per raggiungere un maggior numero di persone in tutto il mondo. Questa strategia è proseguita nel 2013, quando Doodle è stato lanciato su Android, completando l'ottimizzazione mobile per tutti gli smartphone e i tablet.

Il 2014 è stato un anno importante per Doodle. Ha raggiunto 20 milioni di utenti al mese e ha iniziato a offrire il suo servizio di programmazione in più lingue rispetto al passato. In quell'anno, inoltre, i fondatori Michael e Paul hanno ceduto le redini dell'azienda a Michael Brecht, che è diventato CEO.

Tamedia ha inoltre acquisito la maggioranza di Doodle e l'ha aiutata a espandere ulteriormente la sua base di utenti in tutto il mondo.

Nel 2015, la base di utenti di Doodle continuava a crescere. Doodle ha aperto il suo primo ufficio al di fuori della Svizzera, a Berlino, in Germania. Ha inoltre aggiornato in modo significativo le sue applicazioni per iPhone e Android e ha creato un nuovo sito web mobile.

A giugno 2016, Doodle raggiungeva più di 180 milioni di utenti unici in 175 Paesi diversi. Ha acquisito Meekan, una società di chatbot, con sede in Israele. Nell'agosto di quest'anno, Michael Brecht ha lasciato Doodle. Gabriele Ottino lo ha sostituito con una nuova visione per portare Doodle nel futuro.

Con Meekan e un nuovo CEO a bordo, Doodle ha subito una riprogettazione nel 2017. Lo strumento di creazione dei sondaggi è stato aggiornato. A quel punto, 28 milioni di persone utilizzavano Doodle ogni mese.

L'inizio del nuovo Doodle

Il 2019 ha visto grandi cambiamenti in Doodle. Oltre ai tanto amati sondaggi di gruppo, sono stati lanciati il Calendario prenotabile e gli incontri 1:1. Doodle si avviava a diventare uno strumento che i professionisti potevano utilizzare per rendere più efficiente la loro giornata. Per cominciare, questi due strumenti rendevano più facile che mai riunire le persone senza dover andare avanti e indietro all'infinito. In quell'anno, inoltre, Renato Profico assunse la carica di CEO.

L'espansione di Doodle è cresciuta anche negli Stati Uniti, con gli uffici di New York e Atlanta che si sono aggiunti a quelli già esistenti di Berlino, Belgrado e Zurigo.

Nel 2020 il mondo cambia. La pandemia di coronavirus ha influenzato il modo in cui tutti lavorano. Per Doodle, consentire agli utenti di continuare a lavorare ogni giorno, indipendentemente da dove si trovino, è diventata una priorità fondamentale. Questo è iniziato con l'integrazione di Zoom, il che significa che per la prima volta le persone hanno potuto usare Doodle per connettersi a distanza o di persona.

Sono state inoltre aggiunte domande personalizzate al Calendario prenotabile per rendere più semplice la preparazione di una riunione. Questo era fondamentale per garantire che le persone potessero gestire il proprio tempo in modo efficiente quando lavorano da casa (come faranno più persone che mai nel 2020/21).

Nel 2021, Doodle compie un grande passo verso il futuro. Una integrazione di Microsoft Teams si è unita a Zoom per ampliare le opzioni di riunione virtuale. Dato che le chiusure sono continuate per tutto l'anno, questo è stato fondamentale per garantire che le persone potessero ancora trovare il tempo di riunirsi con chi ne aveva bisogno.

Da luglio, tutti i clienti Professional hanno avuto accesso alla nuova pagina di prenotazione. Questa riprogettazione del Calendario prenotabile ha potenziato l'esperienza di pianificazione professionale offerta da Doodle.

Sempre quest'anno, Doodle ha iniziato a lavorare sull'aspetto che avrebbe avuto in futuro. Con l'aiuto di un'agenzia esterna, si è iniziato a lavorare su un rebrand che avrebbe fatto di Doodle lo strumento di pianificazione professionale desiderato da tutti.

All'inizio del 2022 è stata lanciata l'integrazione Webex. Ciò significava che Doodle era ora collegato ad alcuni dei più grandi strumenti di videoconferenza del mondo. A febbraio, gli utenti gratuiti si sono uniti a quelli dei piani professionali per ottenere l'accesso a Booking Page. Una serie di modifiche alla dashboard utente ha inoltre reso Doodle più veloce e facile da usare.

Inizia con quando

Il 28 marzo è stato inaugurato il nuovo sito web di Doodle in cinque lingueebrand-announcement/. Il nuovo slogan, "It starts with when", è stato fondamentale per questo lancio. Oltre a dare a doodle.com un tono più maturo ma amichevole, è stata aggiunta una sensazione di umanità, che rispecchia gli utenti in prima persona.

Anche se i colori e la tipografia sono cambiati, i valori fondamentali di Doodle sono rimasti. Infatti, la nuova tagline sottolinea proprio questo aspetto: Le grandi cose accadono quando ci uniamo e iniziano con quando.

Cosa succederà ora? La risposta semplice è che il viaggio di Doodle è tutt'altro che finito. Nel 2022 sono già previste numerose nuove funzionalità, oltre a una crescita e a un'espansione per migliorare continuamente le soluzioni di pianificazione di tutti gli utenti.

Articolo correlato

Doodle vs Xoyondo

Scheduling

Doodle vs. Xoyondo: qual è lo strumento migliore per la pianificazione dei gruppi?

Scritto da Franchesca Tan

Leggi l'articolo
Man in blue shirt (calendar) Graphic

How to

Il modo migliore per utilizzare Doodle.com per la programmazione dei gruppi

Scritto da Franchesca Tan

Leggi l'articolo
man-smiling-volunteer

Scheduling

5 idee per programmare il lavoro di volontariato senza esaurirsi

Scritto da Franchesca Tan

Leggi l'articolo

Risolvi il problema della programmazione con Doodle