Come l'intelligenza artificiale riporta l'umanità nelle risorse umane

Tempo di lettura: 4 minuti

Doodle Logo

Doodle Content Team

Aggiornato: 21 giu 2023

In a hiring process two people are shaking hands

Se siete attenti alle tendenze del business e della tecnologia, saprete già che l'IA (Intelligenza Artificiale) è destinata a rivoluzionare il lavoro che svolgiamo e il modo in cui lo svolgiamo: ne abbiamo già parlato qui e qui. Ma mentre ci sono numerosi articoli e rapporti che si concentrano sul modo in cui l'IA sta trasformando i ruoli, dall'IT alla Business Intelligence, c'è un dipartimento che viene spesso trascurato in questa discussione: Le risorse umane.

Ma il lavoro delle Risorse Umane è sempre stato al centro della missione di Doodle, che mira a consentire grandi riunioni semplificando la loro organizzazione e si dà il caso che siamo all'avanguardia dell'IA. Ci sentiamo quindi ben attrezzati per parlare dell'impatto che l'IA avrà sui dipartimenti HR. La nostra previsione? Pensiamo che l'IA abbia il potenziale per riportare il tocco umano nei dipartimenti HR sovraccarichi. Ecco la nostra panoramica su come sta cambiando il panorama delle tecnologie e dei processi HR e su come questi cambiamenti influenzeranno i dipartimenti HR di oggi e di domani:

Assunzione

Come ogni professionista delle risorse umane potrà dirvi, il lavoro di gestione del personale si estende anche alla ricerca e al reclutamento dei migliori talenti, dalla creazione di reti e annunci di lavoro allo screening delle candidature e alla supervisione del processo di colloquio. E anche se l'attenzione è sempre rivolta alle persone, i dipartimenti delle risorse umane gestiscono un'enorme quantità di dati durante il processo di assunzione. Gli annunci di lavoro possono attirare centinaia, persino migliaia di candidature e le ricerche dimostrano che, delle candidature presentate per una posizione tipica, il 75-88% non soddisfa i requisiti del ruolo. La scansione delle candidature provenienti da un ampio bacino di candidati è esattamente il tipo di attività ad alto volume che l'IA può aiutare a svolgere, vagliando un ampio database di curriculum per restringere la rosa dei candidati. Molti specialisti di IA ritengono addirittura che lo screening automatizzato delle candidature eliminerà i pregiudizi nel processo di reclutamento. Secondo Stacey Browning, professionista delle risorse umane di Paycor, se da un lato lo screening dell'IA semplifica la vita degli addetti alle risorse umane, dall'altro ne beneficeranno anche le persone in cerca di lavoro. Parlando con Forbes, l'esperta osserva che "nel reclutamento, i livelli di efficienza infinitamente scalabili dell'automazione significano che, indipendentemente dal volume dei candidati, ognuno riceve una corrispondenza tempestiva. Per i candidati, essere tenuti al corrente con un'e-mail pensata e formulata con sincerità è ciò che fa la differenza".

Processi semplificati

Forse più di ogni altro reparto in un luogo di lavoro tipico, le Risorse Umane hanno il compito di trovare un equilibrio tra lavorare efficacemente a livello micro, soddisfacendo le esigenze e rispondendo alle preoccupazioni dei singoli dipendenti, e a livello macro, plasmando la cultura e le politiche del luogo di lavoro. Entrambe le modalità di lavoro sono di fondamentale importanza, ma molti addetti alle risorse umane si ritrovano sommersi dal lavoro amministrativo che lascia loro poco tempo per la strategia di ampio respiro. Compiti ripetitivi ma cruciali, come l'approvazione delle richieste di congedo, non possono essere trascurati senza causare gravi frustrazioni ai singoli dipendenti; ma un addetto alle risorse umane che trascorre ore a programmare i congedi non ha molto tempo per sfruttare le proprie capacità o implementare una strategia HR più ambiziosa. È qui che entra in gioco l'intelligenza artificiale: le stesse attività ad alto volume e a basso valore aggiunto che possono diventare rapidamente monotone per i lavoratori umani sono le attività in cui l'intelligenza artificiale eccelle. Le applicazioni di intelligenza artificiale possono occuparsi di lavori come la programmazione delle ferie e delle malattie o l'assegnazione delle scrivanie ai nuovi assunti. Grazie ai chatbot che possono rispondere alle domande dei nuovi dipendenti, stanno persino integrando il processo di onboarding. Con questi compiti, gli addetti alle risorse umane possono occuparsi di attività più impegnative, senza spersonalizzare le esperienze dei singoli dipendenti.

Innovazioni future

Sebbene la tecnologia AI non sia ancora stata adottata da tutti i dipartimenti HR, molte aziende - soprattutto quelle di grandi dimensioni con grandi volumi di dati sui dipendenti - stanno già implementando applicazioni AI per semplificare il processo di assunzione e alleggerire il carico di lavoro amministrativo delle risorse umane. Ma il futuro dell'IA nelle risorse umane promette possibilità ancora più interessanti. Con lo sviluppo della tecnologia, ci si aspetta che l'IA fornisca informazioni più approfondite sui dipendenti, in particolare sui loro livelli di stress e sul tasso di soddisfazione. Una piattaforma di IA, Veriato, promette già di identificare i dipendenti in difficoltà sul lavoro o che stanno pensando di lasciare l'azienda, tutto basato "...sull'attività informatica dei dipendenti - e-mail, battute di tasti, navigazione in Internet, ecc. Analizzando l'insieme dei dati, Veriato è in grado di rilevare i cambiamenti nell'impegno e nelle prestazioni dei dipendenti. Man mano che le conoscenze dell'intelligenza artificiale sui dipendenti si perfezionano sempre di più, gli addetti alle risorse umane avranno a disposizione una grande quantità di informazioni e intuizioni concrete con cui lavorare per gestire e ottimizzare l'esperienza dei dipendenti.

È ora di cambiare

Il punto chiave da cui partire? È ora che le risorse umane abbraccino l'intelligenza artificiale per abbandonare i compiti ripetitivi e di scarso valore e passare a una strategia per un'esperienza HR più personalizzata, perspicace ed efficace. Nonostante il nome, il più grande beneficio che l'Intelligenza Artificiale può portare ai dipartimenti HR di oggi è la possibilità di un tocco sempre più personale. Un recente rapporto di IBM prevede che l'implementazione dell'intelligenza artificiale consentirà agli addetti alle risorse umane di dedicare più tempo allo sviluppo dei talenti attraverso programmi di apprendimento personalizzati e al miglioramento delle prestazioni attraverso il career coaching e il feedback intelligente e mirato dei dipendenti, oltre a ottimizzare i processi di reclutamento, onboarding e offboarding.

Le risorse umane assicurano che un posto di lavoro ottenga il meglio dalle sue persone - grazie all'IA, presto gli ambienti di lavoro potranno essere sicuri di ottenere il meglio anche dal loro dipartimento HR.

Articolo correlato

SUS_Hero

Scheduling

Fogli di iscrizione: Semplificare il coordinamento degli eventi

Scritto da Purnima Kumar

Leggi l'articolo
two people smiling

Scheduling

7 consigli per programmare revisioni delle prestazioni più efficaci

Scritto da Franchesca Tan

Leggi l'articolo
Group Planning

Scheduling

Il modo migliore per programmare il tempo da dedicare al networking

Scritto da Franchesca Tan

Leggi l'articolo

Risolvi il problema della programmazione con Doodle