Come vincere alle riunioni come freelance

Tempo di lettura: 3 minuti

Doodle Logo

Doodle Content Team

Aggiornato: 21 giu 2023

meetingsasafreelancer

Quando si passa da un lavoro a tempo pieno a un'attività di freelance a tempo pieno, si dice addio ad alcune delle costanti della vita d'ufficio, come il tragitto stressante, la necessità di indossare i pantaloni e il calendario pieno di riunioni. Ma se da un lato si è felici di dire addio al tragitto affollato, dall'altro un calendario senza riunioni potrebbe non essere necessariamente una buona cosa.

Se siete intelligenti nell'iniziare e nel partecipare agli incontri faccia a faccia come freelance, scoprirete presto che sono fondamentali per costruire un rapporto con i vostri clienti, trovare nuove opportunità di lavoro e ampliare la vostra rete. Ma come si fa a organizzare riunioni di successo come freelance? Abbiamo raccolto alcuni rapidi consigli:

Siate esigenti!

Sia che qualcuno vi abbia invitato a un incontro, sia che siate voi a pensare di organizzarlo, prima di aggiungerlo al vostro calendario chiedetevi se è un buon uso del vostro tempo. In fin dei conti, quando si è freelance, ogni ora di riunione è un'ora in cui non si lavora a un altro progetto e, se si tiene conto dei tempi di viaggio, le riunioni faccia a faccia possono diventare particolarmente dispendiose in termini di tempo. D'altra parte, una riunione di avvio faccia a faccia con un nuovo cliente è un ottimo modo per stabilire un forte rapporto fin dall'inizio. E non c'è bisogno che vi dica che un buon rapporto può portare a un aumento del lavoro e a un grande passaparola su di voi e sui vostri servizi! Inoltre, gli incontri faccia a faccia nei momenti chiave del rapporto di lavoro, ad esempio quando si avvia un nuovo grande progetto o quando un progetto cambia ambito o direzione, possono contribuire a garantire che voi e il vostro cliente siate sulla stessa lunghezza d'onda. Anche i check-in regolari sono ottimi, ma riteniamo che questo tipo di incontri possa essere organizzato anche per telefono. E non dimenticate di snellire anche l'amministrazione pre-riunione: che si tratti di riunioni online, telefoniche o di persona, non rimanete impantanati in interminabili messaggi di posta elettronica nel tentativo di fissare un orario: usate Doodle 1:1 per fissare le riunioni con i clienti senza problemi.

La posizione è tutto

Quando si lavora come freelance, trovare un luogo di incontro non è così semplice come accedere al calendario aziendale e prenotare la sala riunioni 3: a volte è necessario essere creativi quando si tratta di trovare un buon posto per incontrarsi. Se un cliente propone di incontrarsi nei suoi uffici, accettate l'offerta! Questa può essere una buona occasione per conoscere la cultura aziendale del cliente e adattare il vostro lavoro di conseguenza. Anche i caffè e gli spazi di co-working possono essere delle buone opzioni, ma non dimenticate di fare un sopralluogo prima. Assicuratevi che non siano troppo rumorosi o affollati e, se avete bisogno di internet, verificate che la connessione sia veloce e affidabile. Non abbiate paura di pensare fuori dagli schemi! Se vi riunite per fare brainstorming, provate a fare una passeggiata o a sedervi in un parco: potreste scoprire che le idee creative fluiscono più liberamente che in uno spazio di riunione poco stimolante.

Siate professionali

Potrete anche vivere la vita libera e flessibile di un freelance, ma i principi di una buona riunione sono sempre validi. Siate preparati: qualunque sia l'argomento della riunione, assicuratevi di aver fatto le vostre ricerche. Se state incontrando un potenziale cliente, familiarizzate con il suo lavoro. Se si tratta di una riunione di presentazione, assicuratevi di avere un sacco di proposte nella manica. Stabilite un'agenda: se avete chiesto un incontro faccia a faccia, inviate al cliente una breve agenda in anticipo. Se il cliente ha fissato l'incontro ma non c'è un ordine del giorno chiaro, chiedetegli gentilmente di condividerlo con voi. Chiarite le azioni da intraprendere: lasciate l'incontro con un'idea chiara dei prossimi passi da compiere, di chi è responsabile della loro realizzazione e di una tempistica approssimativa. Follow-up successivo: una rapida e-mail con un riassunto dei punti chiave e del vostro piano per il futuro dovrebbe essere sufficiente.

Stabilite dei limiti

Quando si è freelance, le riunioni sono un lavoro! Tutta la preparazione, l'amministrazione e il follow-up sono a carico vostro. E, a differenza della riunione del lunedì mattina in un'azienda con centinaia di dipendenti, non si può fare a meno di scorrere il telefono in un angolo invece di partecipare. Quindi, fissate dei limiti intelligenti e, se un cliente insiste per avere incontri regolari faccia a faccia o riunioni che richiedono un'intensa preparazione, fategli pagare il vostro tempo.

Programmare le riunioni come freelance è un modo fondamentale per rimanere in contatto con i clienti e tenere sotto controllo le loro esigenze; fare il passo più lungo della gamba e organizzare riunioni faccia a faccia con criterio crea l'opportunità di costruire un rapporto, generare nuove idee ed evitare disguidi che fanno perdere tempo. E poi, una volta terminato l'incontro, potete tornare a lavorare a letto: dopotutto, siete *un freelance!

Articolo correlato

Students listen to their teacher

Scheduling

Come programmare il tempo di studio per il successo accademico

Scritto da Franchesca Tan

Leggi l'articolo
woman in grey suit

Scheduling

Come elaborare una politica di pianificazione per i vostri dipendenti

Scritto da Franchesca Tan

Leggi l'articolo
Sign-up sheets

How to

Come creare un Pianificatore di eventi

Scritto da Purnima Kumar

Leggi l'articolo

Risolvi il problema della programmazione con Doodle