Come tutto ebbe inizio (le pietre miliari della storia dell'azienda)

Una buona idea con una crescita virale e strategica contribuisce oggi a un modello di business di successo:

  • 2015: Doodle ha un importante aggiornamento per iPhone e Android e un nuovo sito per smartphone.

  • 2014: Doodle riesce a soddisfare le esigenze di 20 milioni di utenti al mese e continua ad accrescere la sua utenza in tutto il mondo offrendo i suoi servizi di scheduling in 20 lingue diveerse. I fondatori Näf e Sevinç decidono di cedere il loro regno al nuovo CEO di Doodle Michael Brecht, che entra nella società a Febbraio. Nel corso dell'anno Swiss Media Group Tamedia acquisirà la quota maggioritaria di Doodle AG, e grazie alla sua già vasta copertura di mercato, aiuterà Doodle a svilupparsi ulteriormente a livello globale.

  • 2013: Doodle lancia la sua App per Android e completa la versione ottimizzata per dispositivi mobile per tutti i dispositivi inclusi smartphone e tablet.

  • 2011: Completa riprogettazione sia per la versione standard che per quella mobile. Lancio di MeetMe per la programmazione di attività private e oltre 10 milioni di utenti. A Maggio, Tamedia acquisce una quota minoritaria di Doodle.

  • 2010: Doodle cresce a 10 dipendenti, serve più di 6 milioni di utenti e raggiunge il punto di pareggio.

  • 2009: A Giugno, Doodle lancia il suo primo servizio premium e migliora le possibilità di integrazione del calendario che porteranno successivamente alla creazione del calendario di Doodle nel 2010.

  • 2008: A Marzo, Näf e Sevinç si assicurano il primo round di finanziamento e rinominano la società Doodle AG. A Maggio, la commercializzazione basata sulle pubblicità viene rinforzata costituendo un team interno di vendita.

  • 2007: Il CEO e fondatore Michael Näf e il suo cofondatore Paul Sevinç scoprono un business mentre sviluppavano una soluzione di scheduling online per l'uso privato e aziendale. La veloce crescita virale ha posto poi le basi per il successo futuro.